Berillorosso

Sentiero dei fossili

Monteu Roero (Cuneo)

(13 dicembre 2016) 

Il Sentiero dei Fossili è uno dei sentieri a tema che percorrono le colline del Roero, vicino ad Alba, in provincia di Cuneo. La zona oltre ad essere molto interessante dal punto di vista geologico e paesaggistico, è celebre, insieme alle vicine Langhe, per la sua enogastronomia.  

Il sentiero dei fossili inizia a Monteu Roero, nella piazza dove si trova la chiesa di San Nicolao e la trattoria Rocca Rostìa, dove c’è anche un parcheggio per lasciare l’auto.

Il percorso ha una durata di circa un’ora e mezza, è una facile passeggiata turistica, con alcuni saliscendi tipici dell’ambiente collinare.

Da Monteu Roero si supera la chiesa di San Nicolao e si scende lungo la strada asfaltata seguendo le paline che indicano il Sentiero dei fossili.

Dopo una decina di minuti su strada asfaltata, si attraversa la strada e si inizia a percorrere il sentiero su terra battuta che attraversa il bosco. La strada è tutta in discesa fino a raggiungere il fondovalle del rio Caudano.

Si percorre il fondovalle dove è possibile vedere alcuni affioramenti delle Rocche.

Le Rocche del Roero sono un fenomeno geologico di erosione che con il trascorrere delle ere geologiche ha formato canyon e balconate naturali. Il terreno è di color ocra, tipico dei terreni argilloso-sabbiosi e insieme alle colline con filari di viti, frutteti e alla fitta boscaglia, costituisce un ecosistema unico, tanto da costituire l’Ecomuseo delle Rocche del Roero.

La strada prosegue pianeggiante attraversano il Comune di S. Stefano Roero e si immette su una strada asfaltata in località Tre Rivi.

Sempre seguendo le paline, si raggiunge di nuovo la strada sterrata attraverso le colline, fino a costeggiare i resti della vecchia cava di sabbia di Caudana, che negli anni Settanta portò alla luce un ricchissimo giacimento fossilifero, i cui ritrovamenti sono visibili in vari musei della zona.

Osservando con attenzione gli strati sabbiosi dei versanti collinari di questa parte del sentiero, si possono vedere dei sottili livelli di fossili costituiti da resti di foglie e corteccia di alberi, frammenti di conchiglie di varie specie di molluschi e, a volte, anche piccoli resti ossei di mammiferi marini. Questi fossili marini risalgono al Pliocene (da 5 a 1,8 milioni di anni fa), all’epoca quindi il mare lambiva queste zone. 

La strada sterrata prosegue lentamente in salita, attraversando vigneti e qualche area boschiva, per poi ridiventare asfaltata e concludersi nuovamente in piazza a Monteu Roero, dove volendo, è possibile fare tappa per pranzo alla trattoria Rocca Rostìa. 

La zona è ricca di numerosi sentieri escursionistici di ogni livello e durata, quasi tutti con partenza dalla piazza di Monteu Roero. 

Molto consigliato, è anche il Sentiero della Castagna Granda (meta di una precedente escursione). La passeggiata ha una durata di circa 2 ore e consente di ammirare un esemplare monumentale di castagno di oltre 400 anni di età e con una circonferenza di oltre 10 metri. Lungo il sentiero tuttavia è possibile ammirare anche altri esemplari secolari di castagni, si tratta anche in questo caso, di un’escursione davvero interessante.

Per saperne di più: