Berillorosso

Val di Mello

San Martino, Valmasino (Sondrio)

(7 gennaio 2017) 

La Val di Mello è una valle trasversale della Valtellina, situata nei pressi di San Martino, dopo Ardenno in Valmasino (Sondrio), a 128 km da Milano. Da gennaio 2009 è stata dichiarata riserva naturale diventando l'area protetta più vasta dellaLombardia. 


La Val di Mello è molto conosciuta e frequentata, soprattutto durante i mesi estivi, per la bellezza del luogo e per la presenza di numerosi sentieri escursionistici e di arrampicata.

L’itinerario che attraversa il fondovalle, è quasi pianeggiante (dislivello massimo 200 metri), si può percorrere senza problemi anche in inverno, sia con gli scarponi che con le ciaspole, in base alla presenza o meno di innevamento, ed offre un paesaggio davvero unico.


Lasciata l’auto nel paese di San Martino, si prosegue a piedi seguendo le indicazioni per Val di Mello, si percorre il lungo il sentiero che inizia dietro la chiesa e che conduce nei pressi della trattoria Il Gatto Rosso.

Il sentiero di fondovalle prosegue largo e pianeggiante, attraverso un ambiente di grande bellezza, caratterizzato da un limpido ruscello che forma alcuni laghetti, prati, piccole baite in pietra, massi erratici e pareti rocciose quasi verticali, un vero paradiso per gli amanti dell’arrampicata.

L’itinerario è bello e particolare in ogni stagione, in inverno, con il torrente ghiacciato, la brina sugli alberi, le cascate gelate e il Monte Disgrazia innevato all’orizzonte, la Valle assume un fascino tutto particolare.

Dopo circa un’ora e mezza di cammino si raggiunge la località Rasica, dove si trovano il Rifugio Mello e il Rifugio Luna Nascente presso i quali è possibile fare una sosta e degustare piatti tipici valtellinesi.


A livello geologico, la Val di Mello è interamente intagliata nel plutone Masino-Bregaglia costituito da due tipi di rocce granitiche: una tonalite (chiamata Serizzo) e una granodiorite (chiamata Ghiandone). L’azione combinata della gravità e dell’erosione glaciale, ha modellato la Val di Mello con le sue pareti verticali strapiombanti. La zona è interessata da un esteso sistema di fratture che interessano gli ammassi rocciosi, e nel corso dei periodi geologici ha determinato il distacco di massi erratici e di blocchi di dimensioni gigantesche, come il Sasso Remenno. Si tratta di un unico enorme masso che si incontra lungo la strada che attraversa la Valmasino, a circa 1,5 km a valle dell’imbocco della Val di Mello. Con  i suoi 100 metri di lunghezza, 55 metri di larghezza, 35 metri di altezza e 180.000 metri cubi di volume, è il masso erratico più grande d’Europa. La sua sommità è pianeggiante, ricoperta di erba e betulle, raggiungibile attraverso 250 diverse vie di scalata di difficoltà varia, tra le più frequentate di tutta la Lombardia. La Val di Mello e il Sasso Remenno rientrano tra i geositi della Provincia di Sondrio, cioè elementi geologici e paesaggistici di pregio scientifico e ambientale.


Per saperne di più: